Attività

Gli obiettivi del Centro ABCD sono perseguiti tramite le seguenti attività:

  • la promozione di rapporti di collaborazione scientifica tra studiosi/e di diverse discipline al fine di individuare nuove linee di ricerca di interesse nazionale e internazionale;
  • la realizzazione di ricerche interdisciplinari che abbiano come oggetto specifico di riflessione le differenze intersezionali, approfondendo il tema delle differenze e disuguaglianze di genere, nel loro intreccio con dimensioni socio-economiche, etniche, religiose e così via;
  • il sostegno alla realizzazione di ricerche interdisciplinari sulle differenze di genere anche a livello biologico e medico, compresi i vissuti di disabilità;
  • la promozione della pubblicazione di studi e ricerche realizzate dal Centro;
  • l’organizzazione di convegni, incontri, seminari e il sostegno a ogni altra iniziativa volta a diffondere e valorizzare gli studi di genere;
  • la promozione di occasioni di incontro, confronto e collaborazione tra mondo accademico, società civile ed enti pubblici e privati interessati ad approfondire particolari aspetti della dimensione di genere;
  • il sostegno di attività formative sul tema delle differenze e delle disuguaglianze di genere;
  • la promozione della collaborazione tra centri universitari che si occupano di studi di genere, nonché la partecipazione a iniziative e progetti che valorizzino il lavoro di ricerca attraverso reti informatiche.

Le attività di ABCD sono talvolta svolte anche in collaborazione con Centri Interuniversitari, Centri Interdipartimentali e Centri di studi Dipartimentali, Enti pubblici e privati nazionali ed internazionali e con associazioni scientifiche nazionali ed internazionali con interessi convergenti, nel rispetto delle disposizioni in vigore per l’Amministrazione universitaria.

 

Il lavoro di ABCD durante il lockdown: un aggiornamento.

 

Care tutte e cari tutti,

speriamo di cuore che abbiate superato questo periodo critico nel migliore dei modi e, prima delle vacanze estive, cogliamo l’occasione per aggiornarvi sulle più recenti attività svolte dal Centro di Ricerca Interdipartimentale per gli Studi di Genere ABCD dell’Università di Milano-Bicocca, attraversato anch’esso dalle trasformazioni e difficoltà che questa pandemia ha comportato.

Dopo le numerose iniziative del 2019, gli eventi inclusi nella programmazione del Centro per il 2020, tra cui il ciclo di Seminari “Dialoghi sul Genere”, che sarebbe dovuto partire il giorno 3 marzo 2020, sono stati congelati a causa dell’emergenza covid-19. Come sapete, l’ultimo evento a cui abbiamo avuto il piacere di poter assistere fisicamente è stata la presentazione di Patrizia Romito dell’Università di Trieste del suo nuovo libro – Le molestie sessuali. Riconoscerle, combatterle, prevenirle – tenutasi il 20 febbraio 2020 presso il Dipartimento di Psicologia, con l’introduzione di Chiara Volpato.

A distanza di più di tre mesi dai provvedimenti di sospensione delle attività in presenza a seguito delle misure di contenimento per il Coronavirus, finalmente, dopo una prima fase di chiusura serrata, si è ora giunti a un momento di transizione, in vista, speriamo, di una rinnovata partenza. In questo processo di ripresa, cogliamo l’occasione per fare il punto sul lavoro svolto in questi mesi, con l’augurio che il periodo critico che stiamo ancora vivendo si possa concretamente trasformare in un potenziale positivo cambiamento, anche sul versante dell’equità di genere.

In questi mesi, il Centro di ricerca ABCD, pur con il vincolo dell’#iorestoacasa e, in linea con i provvedimenti dell’Ateneo Bicocca, si è attivato e ha interpretato, come possibile, la volontà e la dichiarazione di intenti: #Bicoccanonsiferma.

A tal proposito riportiamo di seguito una breve sintesi delle attività svolte.

Il Centro ABCD è stato attivamente coinvolto nei mesi di marzo e aprile 2020 a supporto della preparazione della Call per il Bando H2020 “Gender-based violence including sexual harassment in research organisations and universities” consultabile al seguente link: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/opportunities/topic-details/swafs-25-2020

Elisabetta Ruspini per il Centro di Ricerca Interdipartimentale ABCD e Roberto Cornelli per il CUG di Ateneo hanno assegnato a questa fase del progetto Cristina Quartararo, Assegnista di Ricerca ABCD-CUG, il cui incarico è iniziato il 3 marzo. La proposta progettuale ha avuto come termine ultimo di presentazione il 23 aprile e Unimib ha partecipato come Consortium Partner in un gruppo di numerose istituzioni che coprono 15 diversi paesi EU. Il progetto vede il core group di Unimib diretto da Fulvia Mecatti, Responsabile Scientifica, affiancata da Patrizia Farina, Laura Terzera e Claudia Pecorella. Il progetto è attualmente in fase di valutazione.

Nel mese di maggio, ABCD ha potuto confrontarsi con la task force “Donne per un nuovo rinascimento” (Ministra Bonetti) e con la task force guidata da Vittorio Colao “Comitato di esperti in materia economica e sociale” (nella quale hanno lavorato le colleghe Marina Calloni e Elisabetta Camussi) e ha avanzato proposte concrete attraverso un documento contenente osservazioni e suggerimenti finalizzati a tutelare e sostenere le donne nell’ambiente accademico, con particolare attenzione alle discipline STEM. Alla stesura del documento ha contribuito anche il Centro Interuniversitario Culture di Genere. Di seguito il link al documento elaborato dalla task force “Donne per un nuovo rinascimento”: http://www.pariopportunita.gov.it/wp-content/uploads/2020/05/DEF.pdf

e le schede del “Comitato di esperti in materia economica e sociale”: https://static.fanpage.it/wp-content/uploads/2020/06/202006-SCHEDE-DI-LAVORO-FINALI-COMITATO-DI-ESPERTI-IN-MATERIA-ECONOMICA-E-SOCIALE.pdf

ABCD ha mantenuto in questi mesi contatti con diverse realtà. Citiamo la partecipazione e il sostegno all’iniziativa “Distretto X: sguardi plurali sui musei” che mira a sostenere la funzione svolta dai musei nell’avvicinare le diverse comunità e culture, valorizzando l’offerta di quattro distretti museali milanesi: https://www.comune.milano.it/aree-tematiche/cultura/distretti-museali. Il progetto ha previsto la realizzazione di un catalogo di tutte le narrazioni dei partecipanti all’azione, curato graficamente da IED Milano e che sarà pubblicato dalla casa editrice Artemide di Roma. Nel testo, è stato riservato uno spazio alle realtà che si occupano delle tematiche di genere per poter creare una sinergia tra mondo della cultura, istituzioni, azioni partecipate e ricerca. ABCD ha partecipato con un contributo titolato: “Genere, orientamenti sessuali, spazi museali: disuguaglianze ed inclusioni”.

Sono inoltre in fase di revisione due saggi (scritti da Cristina Quartararo e Elisabetta Ruspini) che vedono protagonista il Centro ABCD:

  • Il saggio dal titolo “Il Genere nell’Università. Il Centro Interdipartimentale per gli Studi di Genere ABCD”, che si inserisce all’interno del progetto editoriale “Dalle Gender alle Diversity Quotas” Giuffré Editore e fa seguito al convegno promosso da Roberta Provasi nel mese di gennaio: https://abcd.unimib.it/?s=gender+quota&submit=Search

Sebbene, come già detto, il calendario delle attività previste in presenza sia stato sospeso , Il sito ABCD è stato aggiornato costantemente in questi mesi, provvedendo a segnalare nuove iniziative e opportunità, webinar, call for papers/contributions.

Siamo inoltre liete di informarvi che, tra i positivi cambiamenti avvenuti in questi mesi, è da segnalare l’ingresso di tre nuovi Dipartimenti STEM nel Centro ABCD: il Dipartimento di Matematica e Applicazioni (Rappresentante: Veronica Felli), il Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e della Terra – DISAT (Rappresentante: Nadia Malaspina) e il Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione – DISCo (Rappresentante: Claudia Raibulet). ABCD è attualmente formato da 12 Dipartimenti. Stiamo provvedendo ad aggiornare lo Statuto con le necessarie modifiche.

In vista della ripartenza, stiamo valutando come offrire nuovi momenti di confronto e dibattito in questo futuro denso di incertezze. In presenza e/o a distanza, in vista dell’auspicata e auspicabile graduale riapertura degli spazi, nel corso dell’a.a. 2020/21, sarà nostra cura ripensare alla più appropriata riprogrammazione delle attività del Centro, in linea con le politiche di Ateneo. In tal senso sono e saranno ben accette eventuali proposte, iniziative e/o suggerimenti.

Sperando di aver fatto cosa gradita nell’illustrare più dettagliatamente gli aggiornamenti e le ultime attività svolte dal Centro ABCD, cogliamo l’occasione per inviarvi i nostri più cari saluti, con l’augurio di una serena pausa estiva.

Elisabetta Ruspini, le Rappresentanti ABCD e Cristina Quartararo